Vuoi implementare un sistema di backup per non perdere mai i tuoi dati ?

Backup

Vuoi implementare un sistema senza fermi macchina in caso di guasto?

Backup

Veeam Backup  non è l’unica alternativa per eseguire i backup dell’ambiente virtuale o fisico… ma sicuramente è una delle migliori.

Mentre molti strumenti per il backup consentono attualmente il backup delle macchine virtuali (VM) a livello immagine ma solo Veeam sfrutta completamente l’ambiente virtuale per ridurre i costi e sfruttare in modo significativo il valore del backup.

Ecco perché molti nostri clienti, da noi consigliati hanno deciso di uscire dalle  limitazioni dei backup tradizionali e sono passate ai backup con Veeam.

Si tratta di una mossa molto saggia. La virtualizzazione non è una moda passeggera. Di fatto, la maggior parte dei carichi di lavoro dei server è attualmente virtualizzata. Ciò che una volta rappresentava una nicchia ora è una pratica comune… che richiede un nuovo approccio alla protezione dei dati.

Efficace, semplice e accessibile

Indipendentemente dal fatto che abbiate migliaia o una manciata di VM, i backup di Veeam rappresentano la soluzione ideale per il vostro ambiente VMware, Hyper-V o un ambiente misto di hypervisor.

Veeam offre vantaggi fondamentali e di gran lunga superiori a quelli offerti dagli strumenti per i backup tradizionali .

Cosa dice la concorrenza su Veeam

La leadership di Veeam nel settore dei backup delle VM è indiscussa. A partire dalla sua comparsa sulla scena nel 2008, Veeam ha rivoluzionato il mondo dei backup introducendo una innovazione dietro l’altra. È quindi difficile che qualcuno possa dire che Veeam non dispone di sufficienti funzionalità.

È anzi più probabile che sentiate dire che Veeam è una soluzione completamente focalizzata per il mondo virtuale, incapace di eseguire i backup delle macchine fisiche.

È vero: Veeam è esclusivamente per il virtuale! Ciò spiega perché possiamo fare quello che facciamo e, poiché il carico di lavoro dei server diventa ogni giorno più virtualizzato (e sempre meno organizzazioni sono disposte a compromettere i backup delle VM a favore di un approccio ormai obsoleto), riteniamo di fare la cosa giusta.

Risolvere il problema delle 3C

Gli strumenti per il backup fisico soffrono del problema delle “3C”: carenza di funzionalità, eccessiva complessità e costi elevati.

Veeam sfrutta la virtualizzazione e la sua capacità d’innovazione per risolvere il problema delle 3C.

Il problema La soluzione Veeam: Esempi

Capacità:  Verifica della possibilità di recuperare ogni backup e ripristino di un’intera VM, o di singoli file o e-mail, in 2 minuti, il tutto da uno stesso backup a livello immagine.

Complessità: Facile da utilizzare Nessun agente da installare, monitorare o gestire

Costi: Accessibile, ripristini di Microsoft Exchange, supporto per gli snapshot SAN e tanto altro ancora, il tutto incluso senza alcun costo aggiuntivo.

Creato per la virtualizzazione

La maggior parte degli strumenti per i backup sono stati progettati per il mondo delle macchine fisiche e poi semplicemente adattati alla virtualizzazione. Le loro radici affondano nel mondo fisico, il che limita ciò che possono fare per le macchine virtuali.

La soluzione Veeam è diversa, perché è appositamente progettata per la virtualizzazione.

Veeam non si limita a tollerare l’ambiente virtuale, bensì lo sfrutta al massimo. Sfruttando tutte le potenzialità della virtualizzazione, offriamo un livello di protezione dei dati finora inimmaginabile. Un cliente Veeam definisce la nostra soluzione “la fantascienza diventata realtà”. La chiamiamo “protezione dei dati basata sulla virtualizzazione” e rivoluziona ciò che gli utenti si aspettano dai backup, offrendo allo stesso tempo ciò che l’IT e gli enti normativi chiederanno in futuro.

Naturalmente, non possiamo dire che sia tutto merito nostro. È la virtualizzazione a rendere possibile ciò che facciamo, come per esempio ripristinare una qualsiasi macchina virtuale da un backup in soli 2 minuti.

Controllo automatico dell’effettiva ripristinabilità di ogni backup. Nessun agente, persino per il ripristino avanzato delle applicazioni.

Uno sguardo più da vicino

Molti degli strumenti di backup tradizionali affondano le loro radici nel mondo fisico e alcune funzionalità non sono disponibili con i più recenti backup delle VM a livello immagine. Per esempio, alcuni strumenti per il backup fisico sono in grado di offrire il backup “sempre incrementale” per i tradizionali backup su file, ma questa funzionalità non è disponibile per i backup delle VM a livello immagine.

Allo stesso modo, mentre la replica a livello di OS o basata su log può essere disponibile per alcune applicazioni, la replica della VM a livello immagine non lo è. Inoltre, compressione e deduplica potrebbero essere disponibili ma non consigliabili negli ambienti VMware.

Senza agenti

Gli strumenti per il backup fisico ricorrono all’uso di agenti, applicando questo approccio anche ai backup delle VM. Alcuni sono in grado di eseguire, senza agenti, un backup di base e crash-consistent delle VM a livello immagine (per esempio usando VADP, le vSphere APIs for Data Protection).

Questi strumenti necessitano tuttavia di agenti all’interno delle VM per svolgere funzioni essenziali, come effettuare il recupero granulare o raggiungere la consistenza transazionale delle varie applicazioni.

Persino laddove le licenze per gli agenti siano incluse “gratis”, gli agenti introducono comunque ulteriori costi per il backup o il ripristino. Peggio ancora, introducono dei rischi.

Veeam elimina tutti questi problemi attraverso l’eliminazione degli agenti. Come facciamo? Sfruttando completamente la virtualizzazione, il che a sua volta elimina il ricorso agli agentiVeeam esegue backup e ripristini avanzati senza ricorrere all’uso di questi agenti all’interno delle VM. Ciò non significa che a Veeam manchino delle funzionalità, come ad esempio backup e ripristini application-aware, troncamento dei log, recuperi granulari di singoli elementi dell’applicazione, ricerca dei guest file Windows o ripristini nella posizione originaria che, negli strumenti di backup fisico, richiedono la presenza di agenti. Veeam offre tutte queste funzionalità e molte altre senza ricorrere ad agenti nelle VM.

Supporto per VMware e Hyper-V

Il backup delle VM sembra facile in teoria, ma in pratica è molto complesso.

VDDK: Per esempio, VMware offre un insieme di strumenti efficaci (il VDDK, Virtual Disk Development Kit) per i vendor di soluzioni di backup, ma il modo in cui un vendor utilizza questo VDDK ha un notevole impatto sull’affidabilità dei backup e dei ripristini. Veeam ha progettato l’integrazione con il VDDK molto attentamente, per garantire il massimo dell’affidabilità.

VSS: Un altro esempio dell’attenzione ai dettagli e della profonda esperienza di Veeam nel campo degli hypervisor è la nostra integrazione con VSS. VSS (Windows Volume Shadow Copy Service) è il meccanismo di Microsoft che permette di mettere in quiescenza (o in uno stato transazionalmente consistente) le applicazioni Windows prima del backup. Anziché affidarsi a strumenti VMware come fa la maggior parte dei vendor, abbiamo preferito creare la nostra integrazione con VSS, per garantire l’uniformità dei backup Veeam a livello di applicazioni. La nostra integrazione avanzata con la VSS esegue inoltre attività specifiche di backup e ripristino per Microsoft Exchange e Active Directory, come previsto dai requisiti di Microsoft.

Changed Block Tracking: Concentrandosi sulla virtualizzazione, Veeam è in grado di offrire il miglior supporto per VMware e HyperV, incluso il Changed Block Tracking per Hyper-V, che funziona anche sulle VM con CSV (cluster shared volume).

Solida esperienza in una singola soluzione

L’esperienza di Veeam nel campo degli hypervisor (VMware e Hyper-V) è ben consolidata. Veeam supporta entrambi gli hypervisor da un’unica console e attraverso una singola infrastruttura di backup. Veeam offre inoltre la flessibilità di spostare gratuitamente le proprie licenze tra gli host VMware e Hyper-V. Ciò significa che Veeam vi aiuta attraverso l’intera evoluzione del vostro ambiente virtuale.

Con 10 milioni di VM protette, la nostra esperienza è davvero estesa e omnicomprensiva. Di tutti i dettagli ci occupiamo noi, affinché voi abbiate più tempo per altre cose.

Agile quanto la virtualizzazione

La nostra specializzazione nel backup delle VM ci aiuta a rimanere agili. Quando vengono rilasciati nuovi hypervisor, Veeam è in grado di offrire un supporto migliore ed in tempi più rapidi.

Molti strumenti di backup tradizionali sono costituiti da grandi sistemi complessi che cercano fare un po’ di tutto (backup fisici e virtuali), offrendo spesso anche la protezione, la gestione e l’archiviazione dei dati. Poiché il backup delle VM costituisce solo una parte di un sistema più ampio, può passare del tempo prima che i produttori di sistemi per i backup fisici arrivino a supportare le nuove versioni degli hypervisor… e può passare più tempo ancora prima che i clienti siano nelle condizioni di aggiornare le proprie implementazioni in produzione di questi complessi sistemi.

Quando il supporto per un nuovo hypervisor è finalmente disponibile, solitamente si tratta della semplice compatibilità, anziché di un supporto specifico.

Veeam, al contrario, è una soluzione appositamente progettata per la virtualizzazione. Veeam quindi supporta solitamente una nuova piattaforma di virtualizzazione con mesi di anticipo rispetto ai produttori di sistemi di backup fisico.

In Veeam Backup & Replication sono presenti pochi moduli interconnessi tra loro, quindi l’upgrade è molto più semplice per i clienti. Di conseguenza, i clienti Veeam spesso passano alle più recenti versioni di VMware e Hyper-V

con un anno e oltre di anticipo rispetto ai loro colleghi che sono ostacolati da scelte aziendali che impongono loro di utilizzare i vecchi strumenti con il nuovo ambiente virtuale (che è completamente differente).

Instant VM Recovery

La tecnologia Veeam vPower esegue una VM direttamente da un file di backup compresso e deduplicato da un normale storage di backup. Questa rivoluzionaria tecnologia in attesa di brevetto elimina la necessità di estrarre il file di backup e copiarlo nello storage di produzione: è sufficiente avviare la VM direttamente dal file di backup (ecco perché si chiama “istantaneo”). In caso di guasto di una VM, basterà riavviarla su un qualsiasi host alternativo in pochi minuti.

Gli utenti possono continuare a lavorare mentre voi risolvete il problema.

Ripristini rapidi

Durante un test di laboratorio indipendente commissionato da Veeam, ci sono voluti meno di 1,88 minuti per eseguire il ripristino immediato di una VM VMware da 200 GB rispetto alle 2,4 ore necessarie per il normale ripristino di una VM da un backup a livello immagine su disco, utilizzando uno strumento di backup fisico. Ciò significa che il ripristino è stato 77 volte più veloce!

Oltre a ciò, il tempo necessario per eseguire un ripristino istantaneo con Veeam è rimasto al di sotto di 2 minuti, persino con l’aumentare delle dimensioni della VM.

Il ripristino istantaneo di una VM Hyper-V da 16 GB ha richiesto solo 7 secondi, rispetto ai 9,95 minuti del normale ripristino di una VM da un backup a livello immagine. Ciò significa che il ripristino è stato 85 volte più veloce! Ancora una volta, il tempo necessario per eseguire un ripristino istantaneo con Veeam è rimasto essenzialmente invariato persino con l’aumentare delle dimensioni della VM.

Ritorno alla normalità

La funzionalità Veeam Instant VM Recovery costituisce una sorta di “riserva temporanea” per le VM. Per completare il ripristino, Veeam si prende cura della migrazione della VM in esecuzione dal backup verso lo storage di produzione, utilizzando il miglior metodo disponibile (VMware Storage vMotion, Hyper-V Live Migration, migrazione SCVMM, migrazione Veeam, ecc.) A seconda del metodo, il recupero completo può avvenire in background, senza alcuna interruzione dei servizi e senza alcun impatto sugli utenti finali.

Una realtà completamente diversa

Gli strumenti di backup fisico non dispongono di una funzionalità di ripristino istantaneo equivalente. Possono cercare di velocizzare il ripristino attraverso il recupero “dal vivo” di volumi di dati o il “ripristino CBT”, ma continuano ad operare nell’ambito del tradizionale paradigma “ripristina e poi riavvia”. Oltre a ciò, il ripristino CBT:

! Non funziona in molti degli scenari di ripristino più comuni, tra cui la cancellazione della VM e la perdita di un LUNcompleto.

! Introduce ulteriori rischi, a causa del mancato ripristino di blocchi che a vSphere “risultano” immutati, ma chepotrebbero essere stati corrotti dall’evento che ha causato il ripristino.

! Non supporta Hyper-V.

Instant File-Level Recovery

Diversamente dai tradizionali backup basati su file, quelli a livello immagine permettono il ripristino rapido di un’intera VM su qualsiasi sistema host, senza dover ricostruire da capo il sistema. Tuttavia, il ripristino di singoli guest file può rivelarsi problematico.

Poiché i ripristini a livello di file rappresentano lo scenario di ripristino più comune (spesso avvengono quotidianamente), questo problema deve essere risolto per consentire alle aziende di adottare i backup a livello immagine.

I primi sul mercato

Fin dagli esordi, Veeam ha offerto il ripristino a livello di file da backup a livello immagine. Di fatto, Veeam ha inventato l’Instant File-Level Recovery (IFLR), che consente agli amministratori IT di ripristinare file guest direttamente da un backup a livello immagine compresso e deduplicato, senza dover preventivamente ripristinare l’intera VM (ecco perché si chiama “istantaneo”).

La funzionalità IFLR è stata inizialmente disponibile per Windows e, successivamente, per i file system Linux, Unix e Mac, attraverso una tecnologia Veeam in attesa di brevetto, basata su una IFLR helper appliance.

Posizione di leader

Con il supporto per 17 diversi file system, Veeam è davanti a tutti gli altri strumenti di backup. Con vPower, Veeam ha migliorato ulteriormente la propria leadership, grazie alla possibilità di ripristinare singoli file da qualsiasi Guest OS e file system, senza dover ripristinare o avviare la VM dal punto di recupero desiderato.

Ripristino granulare a livello applicativo

La tecnologia Veeam vPower consente di recuperare singoli elementi da qualsiasi applicazione virtuale, su qualsiasi OS, senza ripristinare preventivamente l’intera VM (ecco perché si chiama “istantaneo”). È possibile recuperare, ad esempio:

ν Singoli elementi dal sistema di posta elettronica aziendale

ν Singole tabelle da un database Oracle in esecuzione su Solaris

ν Singoli record del cliente da un sistema CRM basato su Unix

In Veeam chiamiamo questa funzione U-AIR®, ovvero Universal Application-Item Recovery. Si tratta di una soluzione innovativa e in attesa di brevetto che risolve un vecchio problema: cosa fare quando gli utenti cancellano accidentalmente importanti script o messaggi di posta elettronica, oppure aggiornano involontariamente i loro archivi?

Come funziona

L’idea di base è piuttosto semplice: poiché l’avvio di una VM con Veeam è semplice e immediato, perché non eseguire l’applicazione direttamente dal backup su disco (in un ambiente isolato, naturalmente) e recuperare da questa i singoli elementi che occorrono? In questo modo, è possibile effettuare il ripristino granulare di qualsiasi applicazione, in qualunque momento e senza bisogno di agenti o backup speciali.

Il processo logico appare piuttosto semplice: creare le VM è facile e configurare una rete virtuale isolata è un’operazione

pressoché immediata. Ma quanto tempo occorre per approntare lo storage ed estrarre la copia di backup? E cosa succede nel caso in cui la VM eseguita dal backup interferisce con la VM in produzione?

È qui che Veeam trasforma un concetto all’apparenza semplice in una potente nuova realtà.

La tecnologia Veeam vPower, brevettata, esegue una VM direttamente da un file di backup compresso e deduplicato.

Non occorre rifornire lo storage o estrarre il backup: basta semplicemente avviare la VM dal file di backup su una normale unità storage di backup, senza apportare cambiamenti al file.

La tecnologia Virtual Lab di Veeam provvede anche a creare un ambiente isolato in cui eseguire le VM senza il rischio di interferire con l’ambiente di produzione. Veeam fornisce persino una proxy appliance virtuale per semplificare la copia e l’estrazione degli elementi applicativi da ripristinare dall’ambiente isolato al proprio ambiente di produzione.

Cosa significa per voi

U-AIR aggira i limiti dei tradizionali metodi di ripristino di singoli elementi. U-AIR è:

ν Economico: non richiede agenti software aggiuntivi, né backup o altri strumenti software.

ν Universale: funziona con qualsiasi applicazione virtualizzata e con gli strumenti di gestione e i permessi nativi dell’applicazione.

ν Robusto: non è legato ad elementi intrinseci dell’applicazione, pertanto la sua manutenzione è facile e funziona in modo trasparente con le nuove patch e versioni dell’applicazione.

L’alternativa

Alcuni strumenti di backup fisico offrono il ripristino a livello di oggetto applicativo ma:

! Il ripristino a livello di oggetto è disponibile solo per alcune applicazioni specifiche.

! Sono necessari agenti speciali. In molti casi è necessario disporre anche di backup creati separatamente o della raccolta di metadati speciali.

! L’elaborazione extra del backup può risultare piuttosto impattante in termini di risorse e/o lenta; per tale motivo,

i clienti spesso limitano l’uso del backup e recupero di singoli elementi, ad esempio permettendo l’esecuzione di backup granulari solo per le caselle di posta dei dirigenti.

! Se, per qualsiasi motivo, l’elaborazione speciale non funzionasse (persino se il job di backup fosse eseguito con successo), non sarebbe possibile recuperare del tutto gli elementi dell’applicazione.

 

Verifica automatica dei ripristini

Naturalmente, non è possibile eseguire alcun tipo di ripristino (istantaneo o di altro tipo) se il backup fosse corrotto. Ma come si fa a capire se un backup è ripristinabile? Anche quando il job di backup viene eseguito con successo e i file superano le verifiche di integrità, il ripristino da backup potrebbe non riuscire.

Per esempio: ! Il sistema di cui si vuole eseguire il backup potrebbe essere in uno stato non riavviabile, ad esempio perché un un file di configurazione d’importanza critica o una chiave di registro sono stati cancellati o corrotti. ! Potrebbero esserci attività di installazione, aggiornamento o riconfigurazione del sistema in attesa di riavvio. ! Un backup a caldo potrebbe aver catturato i dati del sistema o dell’applicazione in modo non uniforme. L’unico modo per essere certi di poter recuperare i dati da un backup è quello di eseguire un test di ripristino. Tutti i produttori di sistemi di backup lo sanno. Tuttavia, eseguire prove su ogni backup non è semplicemente possibile… senza Veeam.

Veeam SureBackup

La tecnologia Veeam SureBackup consente di verificare la ripristinabilità dei backup eseguiti, non solo di alcuni backup selezionati, bensì di tutti i backup, di tutte le macchine virtuali, ogni volta.

Questa tecnologia permette di:

ν Automatizzare il processo di verifica dei ripristini

ν Utilizzare le risorse disponibili di un ambiente di test o di produzione esistente

ν Non influisce sulle finestre temporali destinate ai backup

Durante la verifica dei ripristini, SureBackup:

ν Crea una VM in un Virtual Lab isolato (che Veeam crea automaticamente e, successivamente, rimuove per voi).

ν Esegue la VM direttamente dal file di backup utilizzando vPower.

ν Avvia la VM, il suo OS e verifica che le applicazioni nella VM funzionino correttamente.

ν Può testare un gruppo di VM dipendenti tra loro (ad es. un server DNS, il domain controller e il server Exchange).

Virtual Lab per le repliche

Non solo è possibile verificare l’affidabilità del ripristino dei backup con SureBackup; con Virtual Lab for Replicas Veeam ha esteso le funzionalità del suo virtual lab ben oltre l’ambiente di backup locale, fino ai siti di disaster recovery. Questa potente funzionalità consente di:

ν Eseguire la verifica automatica delle repliche per garantirne la disponibilità, se necessario

ν Creare ambienti di test isolati che si configurino come copie esatte dell’ambiente di produzione, ma utilizzano risorse di un sito DR (non risorse di produzione) in modo da poter provare aggiornamenti software, patch del SO e altre modifiche prima di applicarle; il tutto senza influire sull’ambiente di produzione

Quante altre soluzioni di backup aumentano il valore delle risorse inattive esistenti nel sito di DR mettendole al lavoro?

Non accontentatevi

I backup che “potrebbero o dovrebbero funzionare” saranno solo un ricordo e lasceranno il passo alla certezza di disporre di backup sempre funzionanti e disponibili (sia in locale che in remoto).

Indipendente dallo storage

Veeam è una soluzione indipendente dal tipo di storage, quindi può essere utilizzata con qualsiasi mix di storage di backup e produzione in qualsiasi data center, ufficio remoto e sito di disaster recovery (DR). I clienti apprezzano questa flessibilità perché:

ν Evita qualsiasi vendor lock-in

ν Ottimizza i costi dello storage

ν Consente di riutilizzare storage ormai vecchi, utilizzandoli come storage di backup

 

Facile da utilizzare e configurare

Con un prodotto così potente come Veeam Backup & Replication, l’installazione deve essere lunga e onerosa, giusto? Dopotutto, la tipica soluzione di backup fisico tradizionale richiede settimane per l’installazione, anche con il supporto di un team di costosi consulenti, e spesso si tratta dell’upgrade da una versione precedente alla successiva!

La potenza e l’eleganza di Veeam Backup & Replication vanno oltre il set di funzionalità; per l’installazione e l’implementazione è sufficiente una quantità minima di tempo e spesa.

Con Veeam Backup & Replication, diversi amministratori IT hanno dichiarato 60 minuti per scaricare, installare, configurare e completare un backup completo di 25 VM!

Confrontate questi dati con le soluzioni di backup fisico tradizionali, basate su agenti.

Sintesi

Gli strumenti per il backup fisico normalmente vengono presi in considerazione per il backup di VMware solo dalle aziende che già li utilizzano. Sebbene possa apparire conveniente poter effettuare il backup di tutto l’ambiente (sia fisico sia virtuale) con un unico strumento, qual è il costo effettivo di tale pratica?

Cosa si perde optando per una soluzione unica anziché per singole soluzioni specifiche?

Come dimostrato si perde molto.

La virtualizzazione offre l’opportunità di migliorare notevolmente la protezione dei dati e di ridurre i costi. Tuttavia, per farlo occorre scegliere lo strumento giusto. Veeam per molti clienti ha già trasformato in realtà il sogno di una protezione dei dati moderna, potente, facile da usare e accessibile. Forse è ora che anche voi passiate alla protezione dei dati moderna!

Siamo a disposizione per un sopralluogo e un preventivo gratuito.

Consenso trattamento dati

I MARCHI TRATTATI

Aruba
Citrix
Dell
F Secure
HP
Hpe
Huawei
Ipratico
Microsoft
Netgear
Oki
Qnap
Sophos
Toshiba
Veeam
Vmware
Watch Guard
Zyxel
Slider